Graffiti neolitici nell’oasi di Farafra

Giraffa, incisione rupestre rinvenuta nell'oasi di Farafra - Fonte: Archaeological Mission in the Farafra Oasis

Giraffa, incisione rupestre rinvenuta nell’oasi di Farafra – Fonte: Archaeological Mission in the Farafra Oasis

Un caso fortuito ha permesso di individuare alcune antiche incisioni rupestri nel deserto occidentale egiziano, presso l’oasi di Farafra.

Si tratta di testimonianze preziosissime che potrebbero fornire nuovi dati utili alla comprensione delle fasi più remote della storia egizia. I graffiti, infatti, sarebbero antichi di sei o settemila anni, precedendo, dunque, di circa un millennio la costruzione della Grande Piramide. Le incisioni, inoltre, potrebbero avvalorare la tesi secondo la quale nella formazione della civiltà egizia sarebbero confluite influenze culturali non solo vicino orientali, ma anche africane. Le popolazioni che vissero nel Sahara, infatti, svilupparono una cultura importante e che potrebbe verosimilmente aver avuto un ruolo di primo piano nei primi sviluppi della civiltà faraonica.

Le incisioni raffigurano una giraffa, un mammifero (probabilmente interpretabile con un bovide) e due barche; inoltre, è stata individuata anche la sagoma di una mano umana.

Secondo Lucarini, ricercatore dell’Università di Cambridge, la tipologia di soggetti rappresentati potrebbe fornire diverse utili informazioni. Nell’arte rupestre neolitica tipica del deserto occidentale egiziano, infatti, sono piuttosto rare le raffigurazioni di imbarcazioni. La presenza di barche incise sulla roccia, dunque, potrebbe testimoniare la presenza di gruppi di persone capaci di viaggiare lungo il Nilo già in fasi antichissime. Come sottolinea sempre Lucarini, inoltre, è fondamentale che non siano stati individuati resti giraffe nell’oasi di Farafra o nelle aree limitrofe; l’incisione rupestre che la ritrae, dunque, potrebbe costituire una sorta di “resoconto” degli antichi viaggiatori.

Fonte

Un pensiero su “Graffiti neolitici nell’oasi di Farafra

  1. Pingback: Ecologia e archeologia: l’estinzione dei grandi mammiferi in Egitto dal Neolitico ai giorni nostri | Orientalisticamente-Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...